L’aliyah dei Kaifeng: la storia di Li Chengjin

Li Chengjin vede l’aliyah come un’opportunit? sotto diversi punti di vista. E’ un’opportunit? per approfondire la sua fede, per rafforzare la sua capacit? nel rispetto delle mitzvot, e anche un’opportunit? per cambiare la sua carriera. “Lavoro come infermiera, ma non mi piace molto. Vorrei fare qualcosa di diverso”, ci dice.

Li-Cheng-Jin-with-passport

Quando la 28enne Li arriver? in Israele dalla Cina tra qualche mese, tutto sar? diverso, questo ? sicuro – dal cibo alla lingua alla routine quotidiana, che inizialmente si svolger? attorno ai suoi studi di ebraico all’ulpan e alle lezioni di Torah che la prepareranno al ritorno formale all’ebraismo.

Li ? pronta. “Ho studiato per molti anni, ma c’? ancora tanto lavoro da fare”, ci dice. Attraverso lo studio, il lavoro, la fede tutto andr? meglio, sostiene, anche per gli ebrei di Kaifeng e per quelli di tutto il mondo.

Read more