INCONTRA PEREZ KROHN, CHE HA TROVATO LA SUA VOCAZIONE A LODZ

Una delle comunità con cui lavora Shavei Israel sono gli “ebrei nascosti” della Polonia. Questi discendenti di quei pochi ebrei rimasti in Polonia dopo l’Olocausto che nascosero la loro ebraicità, stanno scoprendo solo ora la loro eredità ebraica. 

Lodz è una delle città polacche con una ricca e tragica storia ebraica, così come un rinnovamento ebraico in cui Shavei è molto coinvolto. 

Di recente, un uomo di nome Perez Krohn si è trovato a Lodz per aiutare la comunità. Questa è la sua incredibile storia:

“Era un giorno qualunque. Solo due giorni dopo la vacanza di Purim, 2022. Ho ricevuto una telefonata da una certa organizzazione negli Stati Uniti: “Abbiamo una richiesta speciale. Potrai essere nella comunità di Lodz in Polonia durante la prossima Pasqua?’

“Non era una domanda facile…

“Ero appena arrivato in Israele dopo un decennio di attività molto importante per una comunità molto importante in Ucraina. E ho lasciato il posto durante la guerra (tra Russia e Ucraina) insieme a gran parte della comunità.

“Ho consultato un rabbino molto importante. E mi ha detto, se puoi aiutare anche un solo ebreo, ne vale la pena.

“Poi sono andato da mio padre, che vive in Israele, per comunicargli la mia decisione.

“Si è messo subito a piangere. Sembrava che stesse piangendo per l’eccitazione…

“Gli ho chiesto: ‘Caro padre, perché sei così eccitato?’

“E lui mi ha risposto subito: ‘Mio padre è nato a Lodz nel 1919 ed è immigrato con i suoi genitori negli Stati Uniti nel 1925, e ora tornerai lì per rafforzare gli ebrei????’

“Non ho capito bene questa eccitazione finché non sono arrivato alla comunità speciale e importante qui a Lodz. Quando sono arrivato, ho incontrato un meraviglioso rabbino, il rabbino David Szychowski, che guida la comunità in modo dignitoso e stimolante, lungo il sentiero della santa Torah. Con una dolcezza speciale, e ascoltando ogni persona nella sua comunità.

“Incredibilmente, nel corso delle mie attività a Lodz, comincio a scoprire molti più dettagli sulla mia famiglia che ha vissuto qui almeno negli ultimi 200 anni! In tutte le generazioni, i miei antenati usavano gli stessi nomi che sono ancora oggi in famiglia. Inoltre, nella mia famiglia sono rimaste le stesse cariche pubbliche, come mohel, cantori e rabbini.

“Poi abbiamo visitato il grande cimitero della città di Lodz, e lì ho trovato i nomi della mia famiglia di tutte le generazioni passate. Tra loro c’era un santo rabbino, lo scrittore del libro “La corona di Shlomo” che era il capo della corte rabbinica locale e vice rabbino capo di Lodz, circa 180 anni fa, HaGaon Rabbi Eliezer Krahan zt”l. Ovviamente mi ha dato molta più forza e un grande senso di missione per quello che sto facendo qui in questo momento. Dopo aver visto queste informazioni, ho un senso personale di connessione con ogni pietra e ogni vecchio libro che mi riporta indietro di generazioni.

“E soprattutto, la consapevolezza che sono venuto qui per continuare la catena di generazioni della mia famiglia; non solo per la mia famiglia, ma per il popolo di Israele”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.