Primo convegno su “Identità e Memoria Sefardita” in Portogallo

Lo scorso mese si è svolto un congresso senza precedenti in Portogallo: una tre giorni di conferenze accademiche, tenute da importanti storici, sul passato ebraico del Portogallo.

L’evento si è svolto a Braganza, una città portoghese con un importante passato ebraico. Il capitano Arturo Barros Bastos, noto come il “Dreyfus portoghese”, fu molto attivo e impegnato a Braganza al fine di salvarne i Marrani (come annotato nel suo libro di memorie).

Il congresso si è rivolto innanzitutto agli eredi dei Bnei Anusim (ebrei forzatamente convertiti al cattolicesimo), che hanno sempre saputo delle loro origini, ma finora avevano preferito tenerle nascoste. Questa è stata l’occasione per riconnettersi.

Leggi tutto “Primo convegno su “Identità e Memoria Sefardita” in Portogallo”

Shoshana Hovav – una nuova insegnante di ebraico in Portogallo

I Benè Anusim del Portogallo hanno una nuova volontaria per insegnare loro l’ebraico: Shoshana Hovav. Per lei è una specie di ritorno alle sue radici, visto che i suoi antenati erano parte della Comunità Ebraica Portoghese prima dell’espulsione nel XV secolo.

La Hovav, 70 anni, ci ha inviato un incredibile albero genealogico della famiglia Tzadik. Yosef ben Yakov, patriarca della famiglia era nato nel 1075 circa nella città andalusa di Cordoba. Era un rabbino, filosofo e poeta che ricevette il suo cognome, Tzadik – che significa giustizia – davi abitanti cristiani della città, che lo chiamavano “Justo” e “uomo di giustizia”.

%d7%90%d7%99%d7%9c%d7%9f-%d7%99%d7%95%d7%97%d7%a1%d7%99%d7%9f

 

Shoshana ha tracciato la famiglia Tazdik e i suoi discendenti in molti luoghi – Amsterdam, Baghdad, Turchia e gli insediamenti ebraici sotto la giurisdizione ottomana a Gerusalemme. Ne ha scritto nel libro “The Shape of the Land” di Rivka Rubin (Yad Ben-Zvi Publishing).

Leggi tutto “Shoshana Hovav – una nuova insegnante di ebraico in Portogallo”

I Bnei Anusim celebrano Purim in Italia, Portogallo e El Salvador

Le comunità Bnei Anousim in Italia, Portogallo e El Salvador hanno vissuto appieno l’atmosfera di Purim quest’anno – e i nostri fotografi hanno catturato questi momenti.

Cominciamo con il nostro giro attorno al mondo dall’Italia. Qui alcune foto da Palermo:

E da San Nicandro in Puglia:

Spostandoci più a ovest, ecco la comunità di Belmonte seguita da Rav Elisha Salas:

Leggi tutto “I Bnei Anusim celebrano Purim in Italia, Portogallo e El Salvador”

Il presidente del Portogallo parla alla comunità ebraica di Lisbona

Il presidente del Portogallo, Marcelo Rebelo de Sousa, ha fatto una storica – prima in assoluto – visita alla comunità ebraica di Lisbona, lo scorso dicembre.

Poiché la comunità non ha un rabbino capo ufficiale, l’emissario di Shavei Israel Rav Elisha Salas è stato invitato a fare gli onori di casa.

whatsapp-image-2016-12-20-at-01-33-23

Rav Salas era assieme a diverse altre importanti autorità, incluso l’ambasciatore di Israele in Portogallo e i rappresentanti delle tre comunità portoghesi.

Leggi tutto “Il presidente del Portogallo parla alla comunità ebraica di Lisbona”

Shavei Israel celebra Hanukkà con i Bnei Anousim in Italia, Portogallo e America Latina

Le comunità di Shavei Israel nel mondo stanno celebrando Hanukkà questa settimana. Ecco qui una selezione di foto delle comunità Benè Anousim.

Italia

Il nostro corrispondente in Italia ci riferisce che mercoledì, 28 dicembre, ci sarà un’accensione comune delle candele a Palazzo Steri a Palermo, già infausta prigione dell’Inquisizione. Si attendono 80 persone, assieme alle massime autorità.

Leggi tutto “Shavei Israel celebra Hanukkà con i Bnei Anousim in Italia, Portogallo e America Latina”

Riepilogo delle Feste: Yom Kippur e Sukkot in Italia, Portogallo e San Salvador

Come sono state le vostre feste? Per i Bnei Anousim che hanno celebrato in Italia, Portogallo e America Latina, le feste ebraiche sono state un periodo di riflessione, ispirazione, gioia e riscoperta.

Il periodo delle Sante Feste è finito (e le piogge per le quali abbiamo pregato hanno già cominciato a scrosciare qui in Israele!), ma non abbiamo resistito e vogliamo condividere con voi le ultime foto delle settimane precedenti.

I preparativi a Belmonte, in Portogallo, sono stati particolarmente gioiosi, con l’arrivo di due cori – incluso uno stupendo coro di bambini – che ha intrattenuto i residenti.

Ecco alcune foto…

Leggi tutto “Riepilogo delle Feste: Yom Kippur e Sukkot in Italia, Portogallo e San Salvador”

Belmonte si prepara allo Shabbat

La comunità ebraica di Belmonte, in Portogallo, sa come celebrare lo Shabbat “con gusto”. Ecco qui alcune foto dello scorso venerdì prima del tramonto, con l’emissario di Shavei Israel per la comunità, Rav Elisha Salas, che da ad alcuni uomini una lezione su come tagliare i nodi ai loro piccoli scialle da preghiera.

E cosa si cuoce in pentola? Forse della challà casalinga e un brodo di pollo?

 

Esce il nostro libro “Hai radici ebraiche?” in portoghese

Quando Shavei Israel ha annunciato la pubblicazione nel 2014 della versione spagnola di “Hai radici ebraiche?” ci aspettavamo qualche centinaio di persone pronte a fare il download dell’eBook. Ma in meno di 48 ore così tante persone avevano cliccato per ricevere la propria copia che il sito era andato in tilt.

Migliaia di download dopo, ci eravamo accordi che una forte percentuale di interessati proveniva dal Brasile. Per accontentare loro e centinaia di altri utenti, siamo lieti di annunciarvi la versione portoghese. E questa volta siamo pronti per la valanga di richieste!

Leggi tutto “Esce il nostro libro “Hai radici ebraiche?” in portoghese”

Bentornata a casa Abigail: una portoghese riscopre il suo ebraismo

Abigail (Marina) Erlich doveva presentarsi davanti alla corte rabbinica per la sua conversione formale, quando all’ultimo momento, ha rivelato a Rav Elisha Salas, emissario di Shavei Israel in Portogallo e sua guida durante i diversi anni di studio, che credeva di essere già ebrea.

“Ho sempre saputo nel mio cuore di essere ebrea, ma non ne avevo nessuna prova, e quindi non l’ho mai detto a nessuno”, ci racconta Abigail. Ma proprio prima della partenza ha condiviso la sua storia.

Quando era una bambina, sua nonna le disse di essere ebrea. Ma i genitori di Abigail erano dei comunisti convinti e non volevano avere niente a che fare con la religione. Abigail crebbe in una famiglia totalmente laica. “Ogni qualvolta il tema veniva fuori, i miei genitori facevano di tutto per sopprimere la loro identità”, ci dice.

Leggi tutto “Bentornata a casa Abigail: una portoghese riscopre il suo ebraismo”

Una bellissima e originale storia d’amore nata a Belmonte

Un’aristocratica romana pose una volta a Rav Yosi Ben Halafta, uno dei principali saggi della Mishna, una domanda provocatoria.

“In quanti giorni ha creato Dio il mondo?”, chiese.

“In sei”, rispose il Rav.

 

“E di cosa si è occupato Dio da allora?”, incalzò.

“Di formare le coppie per farle sposare”, fu la risposta.

 

“Giusto questo?”, disse con ironia. “Persino io riesco a farlo. Creerò centinaia di coppie in brevissimo tempo”.

E la storia continua nel Bereshit Rabba (68:4), quella notte la matrona romana fece unire un migliaio dei suoi schiavi con migliaia di schiave. Ma al mattino, uno schiavo aveva la testa mozzata, un altro aveva perso un occhio, mentre un terzo zoppicava a causa di una gamba rotta”.

Rav Yosi aveva predetto esattamente questa cosa. “Può sembrare facile ai tuoi occhi” disse all’aristocratica romana, “ma per il Signore è difficile come far aprire il Mar Rosso”.

Dio deve avere osservato l’ultimo Shabbaton che si è tenuto a Belmonte, in Portogallo, visto che alla fine una coppia inusuale si era formata.

A metà maggio, l’emissario di Shavei Israel in Portogallo, Rav Elisha Salas, aveva ospitato 120 Ebrei Hassidici da New York, nell’albergo della cittadina appena inaugurato casher (ne avevamo scritto qui). Rav Isroel Nachum di Safed aveva organizzato questa gita, che Rav Salas aveva definito come “una straordinaria e unica esperienza in Portogallo”.

Ed è proprio così che si devono sentire Chunie Reinhold e Ruth Rodrigo.

Leggi tutto “Una bellissima e originale storia d’amore nata a Belmonte”