Le comunità di Shavei Israel nel mondo hanno celebrato il Lag B’Omer

La scorsa settimana il mondo ebraico ha celebrato il Lag B’Omer, il 33esimo giorno del periodo tra Pesach e la festa di Shavuot, segnato in Israele e in tutto il mondo ebraico da preghiere speciali, visite alle tombe dei santi uomini e, per i più giovani (anche nello spirito), i falò!

Le comunità di Shavei Israel si sono unite a questi festeggiamenti e ci hanno inviato le foto.

Portogallo

Il banchetto era pieno di vino, succo di pompelmo e banane per le celebrazioni della comunità Bnei Anousim di Belmonte, in cima alla montagna. Il nostro emissario Rav Elisha Salas ha guidato le celebrazioni, tra cui un maestoso falò e gustose ali di pollo sul fuoco.

India

Il falò è state al centro die festeggiamenti con i bambini al Beit Shalom campus di Churachandpur, in Manipur. Vi è stato anche un quiz condotto dai nostri allievi Yonatan Singson e Nachman Haokip; una gara canora; parole di Torah di Benjamin Haokip; e ovviamente la performance del nostro gruppo preferito, i Shining Star Kids. Il tema dell’evento, ci dicono i nostri emissari in India, era “L’anno prossimo a Gerusalemme”.

Bnei Menashe in Israele

Molti dei Bnei Menashe che hanno fatto aliyah hanno avuto la loro prima opportunità di celebrare il Lag B’Omer in Israele. Ecco qui alcune foto della comunità di Acco, incluse attività per i più giovani con le “famiglie di adozione”, e la creazione di un fuoco israeliano davvero bianco e blu.

Colombia

I Bnei Anousim di Bogotà hanno avuto cura di creare un falò sicuro…in un barile! E come vedete le celebrazioni sono state uno spasso.

El Salvador

Il falò qui ha avuto più spazio che in Colombia. La comunità, guidata da Eliyahu Franco ha recitato preghiere insieme (alcune in sinagoga, altre davanti al falò) e ha goduto di un rinfresco leggero. Ma sono marshmallows quelli che vediamo?

Subbotnik in Israele

Non c’è stato falò, ma il picnic nel parco sicuramente è stato molto gustoso e invitante a Beit Shemesh, con le tavole decorate e gli hotdog alla griglia.

Polonia

Miriam e Rav Dawid Szychowski hanno conosciuto il Lag B’Omer vivendo in Israele – prima di essere nominati emissari a Lodz. Quindi non stupisce che il loro falò abbia incluso le patate cotte in alluminio, come vuole la tradizione israeliana. Ci sono stati anche hot dog, kebab vegetariani e l’insalata israeliana, per completare il gusto bianco e blu della giornata.

 

Shavei Israel ha organizzato per la prima volta le celebrazioni del Lag B’Omer per gli ebrei Subbotnik in Israele

Di Brian Blum

Gli Ebrei Subbotnik di Beit Shemesh hanno costruito un falò di Lag B’Omer
Gli Ebrei Subbotnik di Beit Shemesh hanno costruito un falò di Lag B’Omer

Esther Surikova era preoccupata. La grigliata e il falò, che aveva programmato per la comunità di Ebrei Subbotnik di Beit Shemesh lo scorso mercoledì notte, si accavallava con un altro evento degli ebrei immigrati in Israele dalla Russia – una festa per celebrare “Il Giorno della Vittoria” – il 70° anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale. Gran parte dei Subbotnik di Beit Shemesh era stata invitata ad ambedue le celebrazioni.

Quindi la Surikova, che dirige il dipartimento di Shavei Israel per la Russia e l’Europa Orientale, era sorpresa e felice quando quasi tutta la comunità di Subbotnik ha deciso di partecipare alle festività di Shavei Israel per Lag B’Omer.

Questa è stata la prima volta che Shavei Israel ha organizzato un evento per il Lag B’Omer in Israele. Solitamente, Rav Zelig Avrasin, emissario di Shavei Israel per i Subbotnik, si trova in Russia quel giorno. La Surikova spiega: “E’ una data speciale e importante a Visoky (dove risiede gran parte della comunità Subbotnik). I membri della comunità, anche quelli che si sono spostati in città più grandi, tornano a Visoky per visitare i cimiteri ebraici”.

L’elemento principale del Lag B’Omer in Israele, ovviamente, è il falò e la grigliata, e la Surikova si è assicurata che ci fossero molti hamburger e hot dog. Mentre la carne sfrigolava fuori, Rav Avrasin ha tenuto una lezione e discussione sulle origini cabalistiche del Lag B’Omer. Shavei Israel ha pubblicato un opuscolo dedicato al Lag B’Omer in russo per la comunità, lo scorso anno.

Rav Avrasin ha anche colto l’occasione per annunciare che terrà presto un corso online (in russo) sulla Cabala, servendosi del libro di Rav Adin Steinsaltz “The Thirteen Petalled Rose”.

Ecco qui altre foto della grigliata di Beit Shemesh:

13383_413081492185822_8192678071421838175_n 15591_413232775504027_924388876343340097_n 1385812_413232975504007_2828884052991956162_n 11243470_413232712170700_3493316932544021915_n10632842_413233048837333_5938802443193145805_n 11055311_413232752170696_1873328774546140710_n 11209356_413232945504010_3561266983366259554_n (1)