È venuto a mancare l’Admor di Kaliv

Nato in Germania nel 1923 rabi Menachem Mendel Taub viene deportato nel 43 ad Aushwitz dove verrà usato come cavia per esperimenti che gli impediranno per tutta la vita di avere figli (per lo stesso motivo non gli è mai potuta crescer la barba). Dopo la Shoa fugge in Svezia e successivamente in Erez Israel dove nel 1963 fonda il centro della hasidut Kaliv. Nel 1980 si trasferisce a Bene Berak, dove trascorrerà gli ultimi anni di vita, nella trasmissione della Torà e della sua storia di superstite alla Shoa. Questo grande uomo ci ha insegnato, come le più grandi risposte all’odio vissuto in prima sulla sua pelle, siano la potenza della Torà nella grandezza dello stato di Israele.
Sia il suo ricordo di benedizione!