Rosh HaShanà – commento video di Rav Pinchas Punturello

Non può mancare un bellissimo commento del nostro emissario, Rav Pinchas Punturello.

שנה טובה ומתוקה

Shanà Tovà Umetukà a Tutti! Ci vediamo nell’anno nuovo 5777!

Parashà Nitzavim – Il patto di ognuno di noi

Ogni cultura concepisce forme diverse di relazione ed impegno tra le persone e le istituzioni. Noi ci rapportiamo alle persone ed alle istituzioni, per iscritto o oralmente, sia attraverso le emozioni, che l’intelletto, che la legge. In questa parashà la Torà pone di fronte a noi una formula diversa di impegno: il Patto.

Il Patto che formula la Torà prevede la necessità di due parti, chiaramente differenziate ed obbligatoriamente presenti, che accettano il patto in modo esplicito. Da un lato abbiamo Dio, dall’altro il popolo di Israele composto da persone che, nel momento in cui viene stipulato il Patto, si rivolgono a Dio al singolare come se fossero un unico individuo. Il patto si realizza sempre tra due parti che mantengono la loro indipendenza ma che non sono obbligatoriamente uguali o reciprocamente equivalenti. Il concetto di Patto è applicabile al rapporto tra Dio e l’uomo, a quello di un uomo con sua moglie, a quello tra due uomini o a quello tra istituzioni con usi ed ideologie differenti: due uomini o entità “uguali” non hanno bisogno di un patto. Sarebbe inutile fare un patto con se stessi.

Continue reading “Parashà Nitzavim – Il patto di ognuno di noi”

Shufersol e Shavei Israel aiutano gli immigrati ad accogliere l’Anno Nuovo

I recenti immigrati in Israele, delle comunità Bnei Anousim, Bnei Menashe e Subbotnik, hanno un altro motivo per celebrare questo Anno Nuovo: la catena di supermercati israeliani Shufersol ha donato 50mila Shekel (circa 12mila euro) in coupons, per i nuovi Olim, per aiutarli nelle spese festive.

Questa è la seconda volta che Shufersol aiuta le comunità seguite da Shavei Israel; la catena aveva fatto la stessa donazione prima delle ultime feste di Pesach.

Continue reading “Shufersol e Shavei Israel aiutano gli immigrati ad accogliere l’Anno Nuovo”

Parashat Ki Tavo – Onestà verso le proprie origini

Il senso profondo del proprio cammino e l’onestà verso le proprie origini permeano profondamente l’apertura della parashà di Ki Tavo.

La cerimonia dell’offerta delle primizie, bikkurim, che si portavano al Tempio e si consegnavano al cohen era accompagnata da una dichiarazione che era allo stesso tempo un preghiera di ringraziamento, un momento di onestà identitaria e la presa di coscienza dei propri limiti umani.

Deuteronomio 26, 4: “Allora il sacerdote prenderà il paniere dalle tue mani e lo deporrà davanti all’altare dell’Eterno, il tuo DIO; e tu rispondendo dirai davanti all’Eterno, il tuo DIO: “Mio padre era un Arameo sul punto di morire; egli scese in Egitto e vi dimorò come straniero con poca gente, e là diventò una nazione grande, potente e numerosa. Ma gli Egiziani ci maltrattarono, ci oppressero e ci imposero una dura schiavitú. Allora gridammo all’Eterno, il DIO dei nostri padri, e l’Eterno udì la nostra voce, vide la nostra afflizione, il nostro duro lavoro e la nostra oppressione. Così l’Eterno ci fece uscire dall’Egitto con potente mano e con braccio steso, con cose spaventose e con prodigi e segni; ci ha poi condotti in questo luogo e ci ha dato questo paese, paese dove scorre latte e miele. Ed ora, ecco, io ho portato le primizie dei frutti del suolo che tu, o Eterno, mi hai dato!”.

Continue reading “Parashat Ki Tavo – Onestà verso le proprie origini”

Aiuta gli ebrei polacchi a ritornare alle loro radici

Ricevi in regalo il bellissimo calendario (fino a esaurimento scorte) della comunità ebraica di lodz, a partire da una donazione di 25 dollari. Accertati di avere inserito il tuo indirizzo di residenza nel modulo del link.

 

I volti di 15 studenti ebrei polacchi sono il tema di un meraviglioso calendario anglo-polacco. E’ la più forte e tangibile testimonianza della rinascita e tenacia della vita ebraica in Polonia. Decenni dopo la Shoah molti giovani polacchi hanno iniziato ad avere un ruolo attivo nella ricostruzione della vita ebraica in Polonia, aiutando gli altri a fare lo stesso viaggio e percorso.

Lo scopo di Shavei Israel è di essere il punto di riferimento per ogni ebreo polacco che voglia esplorare le proprie radici, aiutando nel percorso e accogliendo con calore.

Al link, il modulo da compilare per la donazione. Grazie!

 

Giornata Europea della Cultura Ebraica a Palermo

Vi aspettiamo il 18 settembre 2016 a Palermo, per la Giornata Europea della Cultura Ebraica.

Gli incontri inizieranno alle 9:30 con la visita guidata alla Giudecca di Palermo; e proseguiranno nel pomeriggio alle 17, con l’incontro sul tema “Lingue e dialetti ebraici”, dove parlerà il nostro emissario in Italia – Rav Pinhas Punturello.

In allegato il programma dettagliato.

Vi aspettiamo!

image001

Esce il nostro libro “Hai radici ebraiche?” in portoghese

Quando Shavei Israel ha annunciato la pubblicazione nel 2014 della versione spagnola di “Hai radici ebraiche?” ci aspettavamo qualche centinaio di persone pronte a fare il download dell’eBook. Ma in meno di 48 ore così tante persone avevano cliccato per ricevere la propria copia che il sito era andato in tilt.

Migliaia di download dopo, ci eravamo accordi che una forte percentuale di interessati proveniva dal Brasile. Per accontentare loro e centinaia di altri utenti, siamo lieti di annunciarvi la versione portoghese. E questa volta siamo pronti per la valanga di richieste!

Continue reading “Esce il nostro libro “Hai radici ebraiche?” in portoghese”

Portare il bene nel mondo – Il mese di Elul

E’ cominciato il mese di Elul e, quest’anno, la parashà che ha aperto il Rosh Chodes è stata quella di Ree.

Il versetto di apertura della parashà è il famoso monito che recita: “Guardate, io metto oggi davanti a voi la benedizione e la maledizione.” (Deuteronomio 11,26)

Davanti a noi, nel percorso che il mese di Elul segna per i prossimi trenta giorni, ma che in realtà è il simbolo della vita di ogni persona, c’è la possibilità di scegliere tra bene e male, tra benedizione e maledizione o come recita il versetto in ebraico tra ברכה e קללה.

La sola possibilità di scelta, il solo fatto che Dio ci abbia donato la possibilità di scelta, deve avere un presupposto di base.

Continue reading “Portare il bene nel mondo – Il mese di Elul”