Regali di Rosh HaShanà per le comunità di Shavei Israel nel mondo

Per le feste, Shavei Israel ha provveduto a rifornire le sue comunità in diverse parti del mondo con regali adatti alle celebrazioni in corso.

Tra questi, gli ebrei polacchi di Lodz, Danzica e Breslavia hanno ricevuto nuovissimi machzorim (libri di preghiere) per le Grandi Feste.

Inoltre, la catena di supermercati israeliana Supersol ha donato 60mila shekel in buoni spesa a Shavei Israel, da distribuire tra i Bnei Menashe, Bnei Anusim e Ebrei Subbotnik immigrati in Israele, per rendere le loro feste un po’ più dolci.

Festeggiamenti di Rosh HaShanà in tutto il mondo!

Questa settimana le comunità di Shavei Israel in tutto il globo, assieme a tutto il mondo ebraico, hanno celebrato il nuovo anno 5780 – Rosh HaShanà. Dall’Ecuador alla Colombia, dal Portogallo alla Polonia, si sono riuniti nelle sinagoghe e nei centri comunitari per ascoltare il suono dello shofar e partecipare ai pasti comunitari, assaggiando i “simanim” di Rosh HaShanà – cibi speciali che simboleggiano l’arrivo dell’anno nuovo.

Shavei Israel augura a tutti un buon anno, pieno di successi, prosperità e ispirazione.

Chile, comunità Chazon Ish

Ecuador, Ambato

Cucuta, Colombia

Continue reading “Festeggiamenti di Rosh HaShanà in tutto il mondo!”

Una maratona di studio della Torah in Cile

Anticipando le Grandi Feste, le comunità ebraiche in tutto il mondo si sono immerse nello studio, nella preghiera e nella preparazione per Rosh HaShanà. Le comunità Bnei Anusim dell’America Latina non fanno eccezione: in particolare, in Cile è stata organizzata una maratona di studio della Torah di 8 ore!

Il programma ha incluso studi e discussioni, un pasto consumato insieme e laboratori anche per i più piccoli della comunità. Le lezioni per gli adulti sono state fatte da rav Avraham Latapiat, emissario di Shavei Israel in Cile e da sua moglie la rabbanit Esther Miriam Latapiat. Sono stati anche organizzati corsi di ebraico e tefillah (preghiera).

E’ stato un programma davvero interessante e i partecipanti si sono sentiti pronti per le feste e pieni di energie.

Una grande gioia per Shavei Israel in Colombia

Un grande mazal tov al nostro Rav Shimon Yehoshua, emissario di Shavei Israel in Colombia, per il suo matrimonio con Helen, originaria di Bogotà. Il matrimonio si è svolto questa settimana nella città della sposa!

Al matrimonio hanno partecipato le autorità, gli amici e i parenti da tutto il mondo; tra questi il rabbino capo di Bogotà Rav Alfredo Goldschmidt, Rav Elad Villegas direttore dell’ACIC (Associazione comunità Israeliane in Colombia), Rav Asher Abrabanel rabbino della comunità Maguen Avraham di Cali, e il padre con il fratello dello sposo, assieme a tutta la loro famiglia arrivati appositamente da Israele, così come la madre e le zie in arrivo dall’Argentina.

Rav Shimon Yehoshua è nato in Argentina e ha conseguito l’ordinazione rabbinica presso il Beit Hamidrash Hasefaradi di Gerusalemme. E’ anche allievo dell’Amiel Institute che prepara i rabbini per la Diaspora. Ha fatto da rabbino nella città tailandese di Pattaya ed è stato coordinatore di Bnei Akiva per l’America Latina. Ha lavorato anche in scuole ebraiche in Argentina, prima di diventare nostro emissario in Colombia, creando contatti con le comunità Bnei Anusim dei paesi vicini, Ecuador e Guatemala per esempio. Rav Shimon lavora con Shavei da più di sei anni. Ha assistito molte famiglie nel loro ritorno alle proprie radici ebraiche e nell’aliyà in Israele.

Auguriamo a Rav Yehoshua e sua moglie Helen, una vita piena di gioie e benedizioni, e che assieme possano aiutare il popolo ebraico!

E qui il video della chuppà sotto alla quale vengono dette le 7 benedizioni

Shavei Israel pubblica il primo “birkon” in cinese!

Gli ebrei Kaifeng sono una antica comunità ebraica con una storia ricca e drammatica. Oggi sempre più discendenti sono interessati allo studio del loro patrimonio culturale e spirituale. Pe rafforzare questa unione con l’ebraismo e lo Stato Ebraico, Shavei Israel ha deciso di pubblicare il primo birkon (libro di preghiere) in cinese mandarino. Il volume include uno kiddush per shabbat, benedizioni e canzoni, per aiutare le comunità di lingua cinese a mantenere viva la connessione con la tradizione ebraica.

L’introduzione del birkon è stata redatta dal fondatore e presidente di Shavei Israel, Michael Freund, assieme a Rav Chanoch Avitzedek, focalizzandosi sull’importanza dei precetti dello shabbat. La traduzione è stata curata dal coordinatore di Shavei Israel per gli ebrei Kaifeng, Eran Barzilay, con l’aiuto di quei membri della comunità che hanno già fatto un formale processo di conversione e aliyà in Israele.

Se la tua lingua madre è il cinese e vorresti avere una copia, puoi ordinare il volume alla pagina Shavei bookstore.

Iniziano le Selichot

Le Grandi Festività Solenni dell’ebraismo sono in arrivo, inizia così la speciale tradizione di recitare le Selichot (preghiere da leggere insieme per chiedere il perdono Divino). Le Selichot si dicono ogni giorno fino alla fine delle Festività Solenni, che iniziano con Rosh HaShanà (il capodanno ebraico), continuano con Sukkot (la festa delle capanne) e si concludono per Yom Kippur (il giorno dell’espiazione). La tradizione sefardita vuole che si inizi la lettura un mese prima delle feste, mentre quella ashkenazita il sabato sera prima di Rosh HaShanà.

I Bnei Menashe, che in generale seguono la tradizione sefardita, si sono svegliati all’alba ultimamente, per recitare le Selichot. Queste consistono di speciali preghiere e poesie in vista delle feste, nelle quali si chiede il perdono dell’Altissimo.

Nelle foto, l’inizio delle Selichot al Merkaz Shavei Izrael, ad Aizawl nella regione del Mizoram nell’India nord-orientale.

Gli studenti a Tel Aviv hanno ascoltato la storia dei Bnei Menashe e di Shavei Israel

La scorsa settimana, il Jeff Seidel Student Center di Tel Aviv era gremito da studenti del college, in arrivo dall’America, dall’Europa e dall’America Latina. Questi studenti, che stanno facendo uno scambio della durata di un anno con l’Università di Tel Aviv, sono venuti a sentire la nostra Laura Ben-David che ha raccontato loro di Shavei Israel e dei Bnei Menashe.

Gli studenti erano molto interessati, hanno fatto tante domande e alcuni di loro volevano sapere come fare per aiutare e collaborare con noi.

La sede di Tel Aviv del Jeff Seidel SC è guidata dai rabbini Dov e Dena Lipman, che regolarmente invitano relatori e organizzano programmi e attività interessanti al loro centro culturale.

Continue reading “Gli studenti a Tel Aviv hanno ascoltato la storia dei Bnei Menashe e di Shavei Israel”

Un ragazzo dell’Ecuador fa il suo Bar Mitzvà a Gerusalemme

David Peretz, un giovane ragazzo ebreo dell’Ecuador, immigrato in Israele da poco, sognava di poter fare il suo Bar Mitzvà con la sua famiglia a Gerusalemme. La scorsa settimana, il suo sogno si è avverato, e la famiglia Peretz ha festeggiato gioiosamente grazie anche al supporto di Shavei Israel.

David e la sua famiglia provengono dall’Ecuador e hanno fatto una strada lunga e tortuosa. David assieme ai due fratelli e ai suoi genitori, hanno fatto aliyà due anni fa con l’aiuto di Shavei Israel. La sua famiglia si è avvicinata all’ebraismo nel 2014, quando suo padre Yochana conobbe il nostro emissario in Colombia, Rav Shimon Yehoshua. Ne avevamo già scritto qui.

La famiglia Peretz è molto felice e commossa, grata a Shavei Israel per l’opportunità di potere organizzare un così importante evento. Al bar mitzvà hanno partecipato Rav Yitzchak Abelson e Rav Shlomo Waghnon, i rabbini che seguono il percorso spirituale della famiglia, Chaya Castillo di Shavei Israel, parenti arrivati dall’Ecuador per celebrare con David e condividere questi momenti speciali con lui, e i suoi compagni della yeshivà di Carmiel.

Siamo felici di potere condividere alcune foto (fatte da Yacob Frias) e un commovente video dove David parla del significato del suo bar mitzvà e ringrazia tutti quelli che lo hanno aiutato in questo giorno speciale.

Il seminario della Gioventù Ebraica in Nigeria

Gli Igbo sono uno dei gruppi etnici più numerosi della Nigeria. Tra questi vi è una minoranza di 4mila persone circa che praticano l’ebraismo e si definiscono discendenti di una delle Tribù Perdute di Israele. Ne avevamo già scritto nei nostri articoli.

Questa settimana la Nigeria ospiterà un seminario di sette giorni della Gioventù Ebraica, che comprenderà conferenze, lezioni di ebraico e Torah, attività durante Shabbat. L’emissario di Shavei Israel Gadi Bentley, prenderà parte a questi incontri.

E qui il programma

Vi sono circa 70 comunità ebraiche in Nigeria, fondate in periodi e circostanze diverse, ma la prima e più grande comunità di Lagos esiste oramai da più di 20 anni. Solitamente, questi luoghi comunitari hanno minimo uno spazio dedicato alla studio o una sinagoga dove ci si raccoglie per le funzioni di Shabbat.

Parleremo ancora di questo speciale evento, intanto una carrellata di foto dalla Nigeria.

La volontaria di Shavei Israel si è recata in Polonia

Shosh Chovav, volontaria di Shavei Israel, ha recentemente passato in Polonia due mesi, insegnando lingua e tradizioni ebraiche alla locale comunità ebraica. Shosh ha condiviso con noi le foto delle intense attività da lei organizzate a Lodz, durante gli ultimi due mesi. Tra queste lezioni di ebraico per i bambini, laboratori, incontri commoventi per i giovani israeliani che hanno visitato la città polacca, discussioni con i leader della comunità e infine una toccante cerimonia di sistemazione della mezuzà, a casa del presidente della comunità.

Vedi Articolo