Collegare i “Bnei Mitzvah’ con i Bnei Menashe”

Quando i bambini “hanno raggiunto la maggiore età” nell’ebraismo, in realtà sono ancora piuttosto giovani. È abbastanza comprensibile che questi adolescenti a malapena si concentrino su amici, telefoni e divertimento … È più che impressionante quando i bambini siano in grado di guardare oltre se stessi e pensare a come possano fare la differenza nel mondo. È il caso di Nate e Cora Sugar, gemelle di New York, che hanno deciso di dedicare il loro evento bar e bat mitzvah al Bnei Menashe.

La loro madre, Rebecca, spiega: “Spesso è difficile per gli ebrei in America apprezzare la diversità del popolo ebraico. Volevamo che Nate e Cora sapessero che gli ebrei sono una famiglia composta da molte razze ed etnie diverse unite dalla nostra Torah e dalla Terra di Israele.

“I Bnei Menashe dimostrano anche il tipo di impegno nei confronti di Israele e della vita ebraica che vogliamo che i nostri figli apprezzino. Mentre così tanti ebrei negli Stati Uniti danno la loro ebraicità per scontata, molti in tutto il mondo desiderano unirsi (o ricongiungersi) al nostro popolo e apprezzare profondamente i nostri testi e tradizioni.

“I nostri ospiti erano profondamente interessati a conoscere la comunità di Bnei Menashe. La maggior parte non aveva sentito parlare di ebrei dall’India. Erano particolarmente interessati alla storia della comunità e alla tenacia con cui i suoi membri si aggrappavano al sogno di tornare al popolo ebraico.

“Collegare Bnei Mitzvah dei nostri bambini alla storia del Bnei Menashe ha rafforzato il messaggio secondo cui non solo ora sono responsabili delle mitzvot, ma del popolo ebraico nel suo insieme. Tutti gli ebrei sono collegati e responsabili l’uno dell’altro. Volevamo che i nostri figli capissero che questa non era solo una festa – era un momento di incredibile importanza nella loro vita in cui stavano accettando il loro posto tra la nostra gente.

“Mentre Nate e Cora parlavano del Bnei Menashe, più di 400 persone nella stanza rimasero in silenzio.”

Ecco un estratto da ciascuno dei discorsi dei gemelli:

Cora: “Quando ci siamo incontrati con i membri della comunità in Israele siamo rimasti sorpresi dal loro profondo impegno per l’ebraismo e il loro amore per Israele. Passano attraverso una conversione formale, si trasferiscono in Israele, si uniscono all’IDF, parlano l’ebraico e vivono una vita ebraica piena. E sono così grati per ogni momento. Qui in America, molti ebrei non si impegnano per la loro religione e il loro popolo con la stessa passione ”.

Nate: “Abbiamo incontrato Yehoshua Menashe [un ebreo di Bnei Menashe che ha fatto l’aliya anni fa] a Tel Aviv l’anno scorso. Yehoshua ha prestato servizio nell’IDF e ora fa il suo dovere di riserva ogni anno. Suo padre e suo nonno in India sognavano che un giorno avrebbe vissuto come israeliano ed ebreo, e Yehoshua era così orgoglioso di dirci che questo sogno era diventato realtà. In piedi accanto a Yehoshua, nessuno avrebbe immaginato che fossimo parte delle stesse persone. Abbiamo un aspetto diverso, siamo cresciuti a metà strada intorno al mondo l’uno dall’altro, lui parla Kuki e io parlo inglese – cosa potremmo avere in comune? – Ma abbiamo così tanto in comune – parliamo entrambi l’ebraico; Entrambi amiamo Israele; Studiamo gli stessi testi; Entrambi siamo ebrei. “

Rebecca ha aggiunto: “Penso che gli ospiti abbiano davvero apprezzato l’opportunità di conoscere l’argomento e di connettersi al significato più profondo dell’evento.”

Desideri aggiungere più significato al tuo bar/bat mizva? Considera di dedicare l’evento o un progetto speciale al Bnei Menashe o ad un altro gruppo speciale con cui Shavei Israel collabora. Contatta laura @ shavei.org per informazioni.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.