Parashat Miketz

l titolo della Parsha’ di questa settimana cattura sempre la mia immaginazione, Miketz – dalla fine. La prima cosa che attira la mia attenzione è la differenza tra l’inizio e la fine della nostra Parsha’. All’inizio Yosef è uno schiavo imprigionato e i suoi fratelli sono liberi, alla fine Yosef è libero mentre i suoi fratelli sono ridotti in schiavitù e incarcerati. Così avevo sempre compreso la nostra Parshà come un’istruzione per cercare di vedere le cose dalla fine, come andranno a finire. Il problema è che non possiamo farlo. Non conosciamo la fine, quindi non possiamo capire cosa ci sta accadendo da una prospettiva futura inesistente.

     Cosa permette a Yosef di elevarsi da una prigione a capo dell’Egitto, e perché i fratelli cadono in schiavitù e in prigione? Per tutto il tempo in cui Yosef era in prigione, ha fatto piani per il futuro, per quello che farà alla fine. Yehuda e i fratelli non sono riusciti a farlo, per tutto il tempo in cui sono stati a casa di Yosef hanno saputo di essere stati bloccati là, ma non sono riusciti a creare un piano per il futuro. Una delle poche costanti nella vita è il cambiamento, qualunque sia la situazione in cui mi trovo attualmente l’unica cosa che so è che non rimarrà. Dobbiamo essere sempre consapevoli di questo e vedere le cose Miketz – dalla fine di questo periodo e anticipare ciò che verrà dopo.

Shabbat Shalom e felice Hanuka!

Rav Yehoshua Ellis

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.