Halachoth per l’accensione dei lumi di Chanukkà

  • Quando accendere i lumi

Il momento in cui si devono accendere i lumi, inizia immediatamente dopo la comparsa delle stelle e non bisogna rimandare. Prima di accendere, è necessario riunire tutti i componenti della famiglia per “rendere pubblica” l’azione. Occorre mettere nelle lampade una quantità d’olio sufficiente così che i lumi possano durare almeno mezz’ora.

  • Dove si accendono i lumi

Per rendere pubblico il miracolo, si accende la Chanukkià vicino alla porta di ingresso che è rivolta verso la strada. Se la si pone vicino ad una porta provvista di mezuzà, si collocano i lumi al lato sinistro dell’entrata, in posi<ione opposta alla mezuzà che è messa al lato destro di chi entra. Se non si ha una porta che dà direttamente verso la strada, si accendono i lumi vicino a una finestra che è rivolta verso la strada.

  • Ordine in cui devono essere accesi i lumi

L’ordine dell’accensione dei lumi secondo le nostre usanze: la prima sera accende il lume che si trova alla destra [di chi accende], la seconda sera se ne aggiunge uno alla sua sinistra [rispetto a chi accende] e così via, aggiungendo ogni sera un lume alla sinistra del precedente. Importante: quello che si aggiunge lo si accende per primo e poi si continua ad accendere procedendo verso destra.

Si usa che ogni componente della famiglia accenda i lumi, tranne la donna che esce d’obbligo con l’accensione del marito. Se più persone accendono i lumi nello stesso luogo, è bene che ciascuno ponga la lampada in un punto differente per riconoscere quanti lumi abbia acceso ognuno.

  • Benedizioni

La prima sera si recitano tre benedizioni:

  1. Baruch Attà Adonai Elohenu Melech haOlam Asher kideshanu bemitzvotav vezivanu lehadlik ner shel Chanukkà.

Benedetto sii Tu o Signore, Dio nostro, Re del mondo che ci hai santificato con i Suoi precetti e ci hai comandato di accendere i lumi di Chanukkà

  • Baruch Attà Adonai Elohenu Melech haOlam she ‘asà nissim laAvotenu bayamim hahem, bazman hazè.

Benedetto sii Tu o Signore, Dio nostro, Re del mondo che ha fatto miracoli per i nostri padri, in quei giorni e in questo tempo.

  • Baruch Attà Adonai Elohenu Melech haOlam Sheecheyanu vekiemanu vehigh’ianu la zman hazè.

Benedetto sii tu o Signore Dio nostro Re del mondo che ci hai fatto vivere, e ci hai tenuto in vita e ci hai fatto giungere a questo tempo.

Dalla seconda sera si reciteranno solo le prime due.

  • Divieto di utilizzare i lumi di Chanukkà

Per tutto il tempo che i lumi sono accesi, è proibito servirsi della loro luce. Questo è il motivo per cui vi è la consuetudine di collocare vicino ai lumi lo shammash che serve per accenderli, in modo che, se si dovesse utilizzare la luce, si usi quella dello shammash. Occorre posizionare lo shammash un po’ più in alto degli altri lumi, affinché sia ben riconoscibile il fatto che non fa parte dei lumi di mitzvà. Per tutto il momento in cui i lumi ardono, non si devono eseguire lavori.

Chanukkà Samech!

Morà Chana Grazia Gualano

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.