“La comunità è la nostra famiglia” – una storia personale

Quindici famiglie ebraiche a Città del Guatemala, senza sapere più a chi rivolgersi, si sono unite per creare il centro comunitario Shaar Hashamaim Bnei Anousim. Tra i fondatori ci sono Gerardo Flores assieme alla moglie, Aury de Flores. Ma qui non si parla solo di nomi e numeri.

La coppia, sposata da 22 anni, è attiva nella comunità ebraica già da tempo. Gerardo è laureato in ingegneria elettronica ed è un dirigente in una importante azienda dell’America Latina nel campo delle telecomunicazioni.

Aury ha studiato relazioni internazionali, ma ha deciso di dedicarsi alla famiglia e alla crescita dei loro tre figli, che oggi hanno già 20, 19 e 8 anni.

“Shaar Hashamaim è la nostra famiglia”, ha dichiarato Aury. “Qui possiamo incontrare persone che condividono il nostro profondo desiderio di vivere appieno una vita ebraica, attraverso il rispetto delle mitzvot.”

Gerardo aggiunge: “Nella comunità possiamo pregare con un minyan (un quorum di 10 uomini adulti), osservare i comandamenti della Torah e imparare dagli altri. La comunità ci fornisce carne casher e sostiene nelle celebrazioni di Shabbat e feste. E’ il luogo dove la mia famiglia può crescere in maniera sana, assieme alla Torah e all’ebraismo”.

L’impegno della famiglia Flores viene anche dimostrato dal loro investimento per la comunità. Infatti, la proprietà designata a divenire centro comunitario è di proprietà di Gerardo, che ha messo il suo terreno a disposizione per un periodo indefinito. Nel frattempo, Aury si occupa di tutte le attività per bambini, vista la sua esperienza.

———–
Unisciti a noi e supporta questa incredibile comunità. Facciamo del progetto Centro Comunitario in Guatemala una realtà. Nessuna donazione è troppo piccola o troppo grande.

One thought on ““La comunità è la nostra famiglia” – una storia personale”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.