Shavei Israel ha spedito 2 tonnellate di matzah in Polonia

Pubblichiamo la traduzione dell’articolo uscito questo settimana su Arutz Sheva.

La comunità ebraica in Polonia quest’anno ha ricevuto un pacco speciale, giusto in tempo per Pesach – 2 tonnellate di matzah da Israele, cioè 1692 scatole di Matzot Aviv, assieme a 90 scatole di matzah fatta a macchina, ma controllata cioè “shmura” e 45 scatole di matzah fatta a mano – grazie all’organizzazione gerosolimitana Shavei Israel e il suo presidente Michael Freund.

Poiché la preparazione della matzah deve essere rigorosamente controllata, la comunità polacca ancora è troppo piccola per provvedere. A seguito della richiesta del rabbino capo della Polonia, Michael Schudrich, Michael Freund ha accettato di sponsorizzare l’acquisto e la spedizione delle matzot, che verranno distribuite in una dozzina di comunità polacche, tra queste Bielsko-Biala, Gdansk (Danzica), Katowice, Krakow (Cracovia), Legnica, Lodz, Lublin, Poznan, Szczecin (Stettino), Varsavia e Wroclaw (Breslavia).

Le matzot, che ricordano l’uscita degli Israeliti dall’Egitto, verranno consumate durante i Seder comunitari in tutta la Polonia. Verranno anche donate alle persone bisognose, agli ebrei anziani e alle persone inferme, e ai tanti sopravvissuti alla Shoah.

“Siamo estremamente grati a Shavei Israel e Michael Freund, che ci ha aiutati per così tanti anni ininterrottamente nell’educazione ebraica e con i suoi generosi doni”, ha detto Monika Krawczyk presidente dell’Unione Comunità Ebraiche di Polonia.

Vi sono circa 4mila ebrei registrati in Polonia ad oggi, ma gli esperti parlano di decine di migliaia di persone che o non conoscono o nascondono tuttora le proprie origini. Shavei Israel è attiva da più di dieci anni in Polonia proprio per aiutare tutti questi “ebrei nascosti”, con il supporto del rabbino capo Michael Schudrich.

“Pesach è una festa speciale per tutti gli ebrei sparsi nel mondo. In particolare ha significato qui, dove 74 anni fa si è vissuto una vera liberazione dal nazismo e circa 30 anni fa dal regime sovietico. La matzah è un simbolo di queste liberazioni antiche e contemporanee. Grazie a Shavei Israel, molti ebrei polacchi quest’anno avranno questo speciale simbolo di liberazione per Pesach”, ha detto Rav Schudrich.

“Sempre più polacchi riscoprono le proprie radici”, ha aggiunto Rav Schudrich, “ed è proprio Pesach che sentono vicino, come celebrazione di libertà e fine della schiavitù. La matzah rappresenta proprio questo e ogni ebreo vuole la sua scatola di matzah. Grazie, Shavei Israel.”

“Siamo onorati di collaborare con il rabbino capo della Polonia, Michael Schudrich, e con la comunità ebraica polacca, aiutando ogni ebreo polacco nell’avere la propria matzah.” ha detto il fondatore e presidente di Shavei Israel, Michael Freund. “Circa 75 anni c’è stato il tentativo di distruzione del popolo ebraico da parte dei Tedeschi, quando è scomparso il 90% dei nostri fratelli in Europa centro-orientale. E intanto quest’anno migliaia di ebrei si riuniranno in Polonia per celebrare Pesach e mangiare matzah, che simboleggia il trionfo e la determinazione. Lo dobbiamo agli ebrei della Polonia e al crescente numero di polacchi che stanno riscoprendo le proprie radici polacche, vogliamo avvicinarci a loro e aiutarli.”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.