One thought on “Parashà Bemidbar – commento video di Rav Pinhas Punturello”

  1. deserto = מ ד ב ר
    • Una vita מ che viene dalla Parola ד ב ר (ha come radice la bocca come organo della parola)
    • Mettere alla prova.
    • Luogo dove la Parola ti nutre, ti dà vita, ti rinfresca!
    • E’ il luogo privilegiato per l’ascolto della Torah, acqua di Vita מ .
    • Il deserto è la bocca di D-o.
    • Acqua מ e parola ד ב ר sono, su piani diversi, indispensabili all’esistenza umana.

    Dalla bocca di D-o, cioè nel deserto, usciranno tutte le leggi, le disposizioni, le prescrizioni che daranno vitalità ai figli di Israele.

    “Il deserto parla a chi immergendosi nel silenzio si predispone all’ascolto. Le capacità di fare silenzio crea lo spazio e il luogo in cui ricevere la Parola e iniziare il dialogo.
    Quando la Parola non trova ascolto svanisce.
    L’onda che non giunge a riva si dissolve, così come l’acqua piovana che non viene convogliata in una cisterna. L’orecchio è il recipiente della Parola, ma se è sigillato, la Parola non viene raccolta ed è come se non fosse mai stata pronunciata”.

    “Non c’è parola, omer, e non ci sono detti, devarim, se la loro voce non si ode. (Senza che si oda il suono loro). (Salmi 19, 4).
    Sul piano spirituale l’Acqua è il simbolo dello Spirito e la Parola ד ב ר è il simbolo della comunicazione tra D-o e l’umanità. Nei segni il deserto è il luogo privilegiato dove può iniziare il dialogo tra D-o e l’Uomo.

    Shalom,
    Giovanni

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *