Le comunità di Shavei Israel festeggiano il 68° compleanno di Israele

di Brian Blum

Israele celebra il suo 68° compleanno a partire da questa sera con lo Yom HaZicharon – la Giornata della Memoria per i Caduti – che passa poi nello Yom Ha’atzmaut (Giornata dell’Indipendenza) non appena il sole scende sul Mar Mediterraneo.

E’ un giorno molto speciale per Shavei Israel – dopo tutto, il nostro nome significa letteralmente “Israele Ritorna”. E’ quindi con grande gioia che auguriamo a tutte le nostre comunità e a tutti quelli che ci sostengono – felice Yom Ha’atzmaut!

Shavei Israel ha avuto il privilegio negli ultimi decenni di aiutare migliaia di Ebrei delle Tribù Perdute e le Comunità ebraiche “nascoste” a ritornare al Popolo ebraico e al moderno Stato Ebraico. Non saremmo riusciti da farlo senza di voi – vogliamo quindi condividere la gioia di tutte le nostre comunità nel mondo!

Portogallo

Yom Ha’atzmaut viene celebrato nelle sinagoghe con preghiere speciali, spesso con il Hallel delle feste – ringraziando Dio per il miracolo di Israele rinato come nazione moderna. La comunità di Belmonte terrà preghiere speciali, compreso una funzione memoriale per i soldati che servono nell’IDF:

El Salvador

Anche la comunità Beit Israel Bnei Anousim in San Salvador terrà delle preghiere speciali per Yom Ha’atzmaut. La comunità narrerà della storia del nostro popolo e canterà l’Hatikva, l’inno nazionale israeliano.

Colombia

All’hotel Lancaster di Bogotà si svolgeranno quest’anno i festeggiamenti di Yom Ha’atzmaut. L’evento principale sarà la “Festa israeliana” con la proiezione di un film israeliano, musica e cibo israeliani. (Riesci a dire Bamba?)

Italia

A San Nicandro, la comunità Bnei Anousim terrà delle preghiere speciali per Yom HaZicharon e Yom Ha’atzmaut.

Kaifeng

Le 5 donne cinesi aiutate da Shavei Israel ne fare aliyah all’inizio dell’anno, celebreranno il loro primo vero Yom Ha’atzmaut in Israele al Midreshet Lindenbaum, la midrashà di Gerusalemme dove stanno studiando. Assieme ai loro compagni, parteciperanno a diverse cerimonie, preghiere e processioni con bandiere. La notte di Yom Ha’atzmaut si uniranno alla festa da ballo annuale nella piazza di Safra davanti al municipio di Gerusalemme. Quindi nel giorno di Yom Ha’atzmaut faranno un picnic nella Haas Promenade guardando la Città Vecchia a pochi passi dalla midrashà.

Bnei Menashe

Yom Ha’atzmaut viene sempre celebrato con grande gusto nello stato indiano del Manipur e Mizoram. Si prevedono 800 persone per la festività a Manipur in tre diversi luoghi, dove ci sarà cibo, canti e danze. Nel Mizoram la comunità alzerà la bandiera israeliana, canterà l’Hatikva e farà qualcosa chiamato “danza del bamboo”. Non sappiamo bene di che si tratti, posteremo le foto la settimana prossima.

Per i Bnei Menashe che hanno fatto aliyah sono previste diverse attività.

I Bnei Menashe di Tiberia faranno un tiyul a Haifa dove visiteranno il Museo dell’Immigrazione Clandestina. Il Ministero dell’Assorbimento israeliano provvederà al trasporto per i nuovi, ma per fortuna non più clandestini, immigrati.

I Bnei Menashe di Nazareth superiore, Kiryat Shemona e Ma’alot celebreranno le feste con i loro Garin Torani locali, gruppi di giovani israeliani che sono stati fondamentali nell’aiutare i Bnei Menashe nell’integrazione. A Nazarethi Bnei Menashe con i Garin Torani stanno unendo le forze per organizzare uno spettacolo teatrale. Faranno poi una gita al Ramat Aviv Force Museum durante il giorno.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.